CARNEVALE DI PAESE

A (s)proposito di “nera signora”, il mese scorso ho assistito a un carnevale di paese. Un po’ in sordina rispetto al passato, con carri un po’ sgarruppati, ma allietato da una splendida giornata di primavera. Nella piazza confluivano bambini in maschera, dalle fatine ai cow boy ai pinguini alle streghette, con un prevalere di biancaneve e uomini ragno (i ninja non son più di moda?). A un certo punto mi è passato accanto un bambinetto alto 6 anni travestito da… morte, con tanto di viso da scheletro e falce. Intravista la madre temo non volesse esorcizzarla (come invece miravano ad ottenere certe fiabe classiche apparentemente truculente, con bimbe schiacciate nelle noci et similia).

One Comment Add yours

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *