IL TRAM

Ad esempio, nel gran premio di Formula Uno a Singapore, la vettura di Webber lo aveva lasciato a piedi come il destriero del prode Anselmo “egli andava è ver seduto, ma il cavallo andava a piè’”; i tecnici della Red Bull avrebbero scoperto che era stata colpa di… un tram! Proprio così: l’energia elettrostatica sprigionata dal mezzo mentre passava vicino al circuito di gara aveva disturbato il sofisticato sistema elettronico del cambio.

Questo è ovviamente un caso limite, ma tutti sperimentiamo situazioni di interferenza (o di non interferenza) nella quotidianità: nell’aprire col telecomando il garage di casa non attiviamo a la centrifuga del vicino! Però possiamo tutti avvertire un bizz buzz nell’hi fi o in ascensore un attimo prima che il cellulare suoni (magari in una borsa dove non lo si trova in tempo utile).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *