INCIPIT

In questo blog proporrò una più ampia mappa dell’io e un ridimensionamento del sentimento speranza, la cui vaghezza non sempre conforta.

Chi mi legge potrebbe riscoprire dove le nostre radici affondino e non sono nella terra… Il comprenderlo potrebbe trasformare utilmente il quadro d’insieme, consentendo l’avvalersi di un grandioso concorso di forze.

Solo che, per fruire di tale invisibile alleanza, bisogna addentrarsi “altrove”, là dove le forze possono essere intercettate. Questo “altrove”, in grado di fornire anche memorie, motivazioni e certezze, è dentro e fuori di noi: non siamo solo mente e corpo, ma molto molto di più.

Ho chiamato questo di più MetT, un amico costantemente disponibile, ma non visto, non riconosciuto e non rispettato.

0 Comments Add yours

  1. Lucia ha detto:

    Grazie Giovanna per la ricchezza del nostro incontro, grazie per la leggerezza che mi accompagna questa sera!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *