LA FINALITA’ DELL’ANIMA INCARNATA E’ RISALIRE

La finalità dell’anima incarnata è risalire. L’anima sceglierebbe il passaggio terreno con la finalità di risalire e migliorare la sua condizione nell’Oltre.

Un’anima con una sua lunga storia alle spalle – fra periodi incarnativi e transincarnativi – vivifica un essere totalmente nuovo e conserva nei corpi sottili o MetT il progetto da realizzare, i debiti e i crediti da pareggiare e i mezzi per guadagnare punti… Il progetto è conservato principalmente nella stella nucleo e nel cuore alto; gli incontri con chi abbiamo ferito, o immensamente amato, o da cui siamo stati tormentati è depositato nei cordoni posteriori di connessione; i mezzi per assolvere la mission (per ognuno uguale e diversa) sparsi fra i livelli e le dimensioni.  Ognuno ha la propria di strada, ma la vetta è comune.

La finalità dell’anima incarnata è risalire. Come? Dimostrando di aderire alla legge di armonia e facendola applicare durante la vita terrena.

L’anima ci prova, coi suoi codici, a sospingere il proprio compagno di viaggio ad aderire alla legge di armonia, (operante nel macrocosmo e nel microcosmo come legge dello scambio, ogni ente dà secondo capacità e riceve secondo necessità). Ma il compagno di viaggio, immemore, approssimato o distratto dal superfluo, se ne sta lì, in mezzo a due mondi ordinati, spesso come sabbia in un ingranaggio, come se appartenesse a una diversa realtà.  Quando prevalgono disordine, ingiustizia ed egoismo l’anima soffre, perché sa che le toccherà “un altro giro di giostra”. E reagisce, con la sua scala personale di allerta (ricordate? Segni, sogni, simboli, inquietudine, piccoli incidenti, incidenti gravi, malattie, patologie)

Comprendere il punto di vista dell’anima significa semplificare la vita, perché un agire/pensare altruista permette al flusso inviato dall’anima attraverso i corpi sottili o MetT di raggiungere il soggetto senza incontrare ostacoli! Questo additivo aiuterà il singolo sia a superare, aggirare o accogliere gli ostacoli propri (mai in via di estinzione) sia ad alleggerire quelli altrui. E, nell’azione in pro dell’altro, andrebbe considerato l’intero ambiente, uomo, animale, territorio e pianeta.  

Questo post fa parte della serie I SENSI DELLA VITA DAL PUNTO DI VISTA DELL’ANIMA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *