METT, L’AMICO… DEL CUORE

Le quattro dimensioni che completano il corpo-mente compongono quello che ho denominato  MetT, o metacorpo.

Esso ha una funzione analoga all’atmosfera terrestre rispetto al sole e cioè protegge e nutre i suoi abitanti: il nostro sole è l’anima e la terra il corpo/mente. In ogni individuo, nessuno escluso, il MetT media l’energia inviata dall’anima al corpo-mente.

Cosa significa?

Che lady anima e mister corpo hanno vibrazioni talmente diverse che, per legge fisica, si ignorerebbero (un’energia ad alta frequenza non interagisce con una a frequenza inferiore). Il gap è superato tramite un mediatore, il MetT che, attraverso le sue quattro dimensioni, rende possibile e fruibile il contatto fra gli estremi (e chissà perché nessuno se lo è chiesto sinora).

L’energia emanata dall’anima è leggibile come nutrimento, sostegno, informazione, suggerimento, sollecitazione, risorsa, conforto, ristoro. Ma affinché divenga fruibile il MetT deve essere in equilibrio; il che non è frequente, dato che – ignorato come è – si altera spesso.

Averlo dimenticato fa sprecare opportunità ed energia, per questo cercherò di sollecitarne il ricordo. Altrimenti gli aiuti dell’anima continueranno a restare incomprensibili, tipo il codice Enigma prima della sua decrittazione.

2 Comments Add yours

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *