MIGLIORARE GRAZIE AL CHROME

Con il termine CHROME non mi riferisco al cromo-metallo, ma ad un acronimo insegnato negli ashram indiani e riportato dal medico  scozzese Douglas Baker, viva la Scozia, che nel secolo scorso ha dedicato trent’anni a ripercorrere le vie ancora note dello sviluppo spirituale. CHROME sintetizza efficacemente le caratteristiche salienti da coltivare per migliorare giorno dopo giorno:

Courage (coraggio)

Harmless (innocuità)

Relevance (rilevanza)

Objectivity  (oggettività)

Malleability (duttilità, come creta nelle mani del vasaio recita la Bibbia)

Endurance (resistenza)

CHROME indica una via efficace per migliorare (che poi è un evolvere spiritualmente) e lo fa senza tirare in ballo dogmi, né agitare scenari punitivi (basta con l’ impostazione dolorifica ed espiatrice, con la sofferenza quale prezzo della liberazione, ruolo che ha condizionato milioni di individui nei duemila anni dell’era dei pesci. Chiusa parentesi). Si può evolvere anche nella gioia!

P.S.  Un’altra strada maestra da percorrere (oltre alla preghiera, alla meditazione, allo yoga eccetera), resta la disponibilità ad aiutare il prossimo (pur destreggiandosi tra chi tende ad approfittarsi). Ma si può amare l’altro senza amare se stessi? La domanda è retorica.

 

4 Comments Add yours

  1. rosssannino ha detto:

    Eppure siamo in un mondo malato di invidia. I principi del CHROME aiutano se stessi a dare un senso al proprio percorso, ma le attività di tipo sociale – penso alla scuola dove lavoro- espongono senza riparo ai malanimi di un mondo disturbato, pronto a colpire e affossare ciò che è altro da sė.

  2. amicomett ha detto:

    Ciao Ross, grazie per la tua interessante proposta di riflessione. Ho scritto un articolo per rispondere in modo esauriente alla tua domanda, puoi leggerlo facendo click in questo link: https://amicomett.wordpress.com/2017/01/31/aiuto/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *