PER L’ANIMA SENSO SIGNIFICA PRINCIPALMENTE DIREZIONE, FINALITA’

Per l’anima “senso” significa principalmente direzione, finalità. Per noi invece il significato più diffuso è legato alla sensibilità.  Non che questa le faccia difetto, anzi, ma per l’anima “senso” significa principalmente “direzione”  (pensate ai segnali stradali come senso unico, senso obbligato, senso alternato). Però una direzione, in genere, richiede una finalità, un luogo da raggiungere e un motivo per farlo. Che senso ha per l’anima incarnarsi, dato che sembra costarle tanta fatica essere confinata a un corpo/mente che l’ha dimenticata?

L’anima sceglierebbe il passaggio terreno con la finalità di migliorare la sua condizione nell’Oltre.   

Il passaggio terreno sarebbe il modo per salire di grado nella scala delle vibrazioni  e – a grandi linee  – ogni anima conoscerebbe il  percorso (ottimale) da seguire: percorso ottimale? I debiti da pareggiare (ad esempio chi abbiamo fatto soffrire o quello che abbiamo fatto subire), i crediti da riscuotere (talenti e amori fedeli), i mezzi per riuscire nell’intento eccetera. Non pensate a un destino imposto, piuttosto a un  patto.

Il progetto dell’anima è conservato principalmente nella stella nucleo e nel cuore alto, gli incontri con chi abbiamo ferito o immensamente amato è registrato nei cordoni posteriori di connessione, i mezzi per assolvere la mission (per ognuno uguale e diversa) se ne stanno sparsi fra i livelli e le dimensioni del MetT. Eccetera. Ognuno ha il proprio scopo, insegnare, abbellire, curare eccetera, ma la vetta è comune.

Per l’anima “senso” significa principalmente direzione? La direzione, il senso del progetto spirituale è rientrare nella legge di armonia, riuscire ad applicarla anche nel mondo denso..

Come? Principalmente convincendo il soggetto che anima a trasformare in positivo ogni esperienza. Allora il flusso inviato dall’anima attraverso i corpi sottili o MetT raggiunge la persona senza trovare ostacoli e la aiuta a superare, aggirare o accogliere gli ostacoli, che non mancano mai. Fra tutti, quelle deprivazioni d’amore che tanto fanno patire, o il dolore fisico, che fa soffrire altrettanto, anche se in forma diversa.

Questo post fa parte della serie IL SENSO DELLA VITA DAL PUNTO DI VISTA DELL’ANIMA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *