MAMMA TANA E COCCOLE

Dopo tre anni  Sissi dei Meneghini ha imparato a fare mamma tana e coccole. Complice un suo affido temporaneo in mani che invece di spazzolarla la cardavano come fosse stata una pecora australiana, al mio rientro ha cominciato a seguire ogni mio passo; poi si è spinta a leccarmi la mano (anche se con l’atteggiamento…

NON ABBANDONATE GLI ANIMALI! NEMICISSIMO IN CERCA DI COCCOLE.

Non abbandonate gli animali! Abbandonarli dovrebbe essere perseguito severamente, tanto quanto maltrattarli. Se non si è capaci di prendersene cura, che almeno li si lasci stare! Questo gattone nero è stato abbandonato un’estate di qualche anno fa e non è stato adottato da nessuno perché era una vera belva. Infatti ha mandato dal veterinario tutti…

QUANDO KOSKA SPARI’

KOSKA SPARISCE Nella sua selvaggeria Koska era metodico: si era dato degli orari e li rispettava, alla Kant. Un pomeriggio però non era rientrato e nemmeno il giorno dopo, né quello dopo ancora. Con mia figlia avevamo tappezzato di missing ogni palo della zona, coinvolto amici, negozianti, portinai, sconosciuti, associazioni gattofile, ENPA, ispezionato cantine, persino la cella…

GERONIMO!!!

GERONIMO!!! Un mattino sento mio marito urlare dal giardino: Koska noo! Era il gatto-matto che stava gettandosi su un albero dove tubava  – o come si dice – una tortorella.  Geronimo!!!  Ma non era uno scoiattolo volante e l’albero era a diversi metri di distanza dal davanzale della finestra…  Per fortuna il ramo si era piegato, avvicinando…

GATTI VINTAGE: LA MIA PRIMA COPPIA DI SIAMESI

Prima di sposarmi, ai tempi dell’università, avevo due gatti siamesi, Daisy e Chicco. Daisy si era innamorata del mio futuro marito appena prima di me: resisteva ad ogni suo tentativo di allontanarla, impermeabile al metodo usato. Ricordo che un giorno lo avevo lasciato in una stanza con la porta chiusa, che la gatta non entrasse…

GATTI VINTAGE: IL GATTO FLOCCHI

GATTI VINTAGE: IL GATTO FLOCCHI Non andavo ancora a scuola (allora l’asilo non usava, c’erano sempre la mamma, i nonni o la tata con cui stare) quando ero stata chiamata dai miei genitori: “Saluta l’amico Tomasciù” ed io: “Salute!” perché mi era sembrato uno starnuto (l’era dei teletabby e di picaciù era ancora lontana). La…

ARRIVA IL GATTO KOSKA

Con la morte di Dharma, la supergatta, a 21 anni, restava la mamma Charlotte, che di anni ne aveva 22. Dopo tutte quelle femmmine highlander era tempo di un cucciolo e maschio. Ne cercavo uno rosso e grasso, tipo ginger inglese, e me ne era arrivato uno grigio e smilzo, niente a che vedere col velluto…