ZINGARELLA

Per chi si occupi dell’infanzia è normale riscontrare esiti di vite passate nei bambini, come ho sperimentato spesso. La mia prima esperienza in merito riguardava una ricciolotta figlia di avvocati, che spesso si estraniava, distaccata e distante dai genitori e dalla casa; a tre anni e mezzo si muoveva, appena possibile cercava di tra-vestirsi e ballava come una gitana (adulta). L’avevano accompagnata da me con la scusa di far merenda da un’amica che aveva tanti animali, ma la peperina aveva subito mangiato la foglia.

Mi aveva squadrata con fierezza e, tenendo bene le distanze, non si sa mai, aveva esclamato perentoria: ‘Non mi tocca, sto bene così!’. E si era scatenata in un’allegra danza che sembrava confermarlo…

In questi casi il desiderio va rispettato (e tranquillizzati i genitori, poi passa). Si tratta di anime che ricordano altri amori. Vanno amate  di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *