TRIANGOLO MISTICO

È noto che i bambini sono una fonte inesauribile di sorprese, ma anche certi genitori non scherzano… Mi raccontava una mamma che, in vacanza, aveva lasciato il figlio di 3 anni al padre mentre lei andava a fare la spesa. Successivamente il piccolo, solitamente timidino e paurosetto, si era scatenato a picchiare gli altri bambini,…

SENTO L’ORMA DEI PASSI FELPATI

COME RICONOSCERE LE VIBRAZIONI Un pomeriggio stavo lavorando (all’epoca mi occupavo di moda), quando al piano di sopra avevo sentito dei passi felpati. Avrebbe potuto essere mio figlio, che avevo appena ritirato dall’asilo, ma perché quatto quatto e soprattutto perché avanti e indietro dalla sua stanza alla mia? Incuriosita ero salita a vedere a avevo…

MORITURI TE SALUTANT

UN ANEDDOTO SUGLI ATTACCHI DI PANICO Foster ha 16 anni e da tre soffre di attacchi di panico. É finito più volte al pronto soccorso, è stato visitato da diversi specialisti, ha in tasca le benzodiazepine prescrittogli da uno psichiatra, ma niente: finita la scuola gli attacchi sono diventati quasi giornalieri e, per evitare di…

AIRONE 2

LA BIOESTESIA PUÒ SERVIRE L’airone è fra gli animali totem in diverse culture e rappresenta – anche – la prudenza; ne ho già scritto in un post precedente, dedicato a una giovane artista che deve avere l’airone come proprio assistente personale, dato che lo incontra dove gli altri no. L’ultimo episodio è recente: lei mi…

CHEMIO E POMPIERI

SEMPRE SUL CIRCUITO DELLA PROVVIDENZA Personalmente il temperamento (che adesso so caratterizzare l’anima, che nuova non è, mentre l’indole caratterizza il nuovo essere) mi ha reso abbastanza indenne dal timore di essere respinta, per cui non mi sono chiusa al mondo di fronte ai pochi no ricevuti. Ne ho patito, certo, ma sono restata fiduciosa,…

PROVVIDENZA ALL’OPERA

Provvidenza all’opera? Potrebbe attivarsi più spesso, sapendo come funziona… Una mamma con due bambini piccoli doveva prendere una decisione importante: se raggiungere il compagno che aveva trovato lavoro all’estero (un grazie ai nostri politici) e far crescere/studiare là i figli, o se restare dove conosceva tutti ed era appoggiata dalla famiglia di origine. Il dover…

PASSI BAMBINI

Mi scriveva un medico: “Ciao da quando hai cominciato a introdurmi a questo percorso, incontro spesso persone con poteri più o meno medianici, tutte talmente angosciate da simili contatti da aver rimosso le loro sensazioni ed esperienze. Oggi ho scoperto che una collega sta vivendo da tempo una sorta di illuminazione religiosa, molto intensa, confluita in…

RAZIONALITÀ AD OLTRANZA

Tutti sanno individuare una differenza (non solo climatica) tra un deserto, una palude, un querceto e una pineta; l’uno non è l’altra, ovvio, così come in una stanza di ospedale non ti riempi i polmoni come su un alpeggio. Ogni contesto suscita reazioni sia nei sensi esterni (il profumo, i colori, i suoni, la temperatura),…

LUNA ROSSA

Il mese scorso c’è stata la cosiddetta luna rossa. Al proposito mi era stato chiesto un parere sul consiglio dato da un medium “Quando ci sarà la luna rossa uscite con l’ombrello”. “Perché prevede pioggia?” avevo chiesto con un’ingenuità che la mia età non consentirebbe. “No, per difendersi dalle correnti negative”. Oh santo cielo! Un…

SEDUM

Parecchi anni fa avevo accompagnato mio marito a scegliere qualche oggetto come ricordo di una sua lontana parente, deceduta già da mesi. Nell’uscire dall’abitazione avevo visto sul terrazzino delle piantine striminzite e, mentre raggiungevo l’ascensore avevo “sentito”, se si può dire così, il loro desiderio di vivere. Per cui avevo fatto dietro front e preso…

FRATELLO DELFINO

La seguente storia invece mi è stata raccontata direttamente dal protagonista, ma potreste averla già letta sui giornali. Un ortopedico, finite le vacanze africane, stava dirigendosi con la famiglia all’aeroporto, quando la macchina aveva superato un carretto con sopra un delfino. I figli, giratisi a guardare, avevano visto che si muoveva debolmente ed avevano cominciato…

SANTIPPE

Era di maggio quando Santippe, una delle nostre tartarughe, era diventata visibilmente nervosa: non stava più accanto al vecchio maschio, ma andava in giro come un petardo, rifiutando il cibo. Seguendo l’insegnamento dell’etologo Konrad Lorenz, per comunicare con gli animali mettetevi all’altezza dei loro occhi, l’avevo messa su un gradino, mentre io mi ero accucciata…